+39 347 001 7996Lun - Dom 9.00 / 18.00

Piazza del Municipio e Palazzo Ducale

Piazza, Ferrara

Piazza del Municipio e Palazzo Ducale: Informazioni sull'attrazione

La Piazza del Municipio era ed è tuttora il cuore dell’antico Palazzo Ducale di Ferrara. Vi si accede direttamente dal duomo oltrepassando un'imponente arcata e passando in mezzo alle statue raffiguranti due membri della famiglia Estense.

I soggetti rappresentati sono Nicolò III e Borso D’Este, il primo a cavallo, il secondo seduto sulla sedia vescovile mentre impugna lo scettro simbolo del suo potere. Borso D’Este viene ricordato anche per aver lasciato in eredità alla sua famiglia una meravigliosa Bibbia miniata, oggi nelle collezioni comunali della città di Modena.

Entrambe le statue sono in realtà copie degli originali che furono distrutti all'arrivo delle truppe napoleoniche nel 1796. Le colonne che le sorreggono raccontano invece un'altra parte della storia della città di Ferrara, perché costruite con i materiali derivanti dalla distruzione delle lapidi del cimitero ebraico eseguita per ordine del Tribunale dell'Inquisizione.

Una volta entrati nel palazzo ci si trova di fronte a un grande cortile: proprio questa è la bellissima Piazza del Municipio di Ferrara.

Essa è caratterizzata dalla presenza dello Scalone d'Onore, una scalinata completamente rivestita di marmo bianco terminata nel 1481. Il disegno di questo progetto, eseguito da Pietro Benvenuto, è in pieno stile rinascimentale anche se la balaustra richiama ancora qualcosa del più antico stile gotico. Abbastanza evidente è inoltre il riferimento all’arte veneziana di quel periodo.

All’interno del Palazzo Ducale di Ferrara

Palazzo Ducale è una testimonianza architettonica estremamente preziosa perché, di tutti gli interventi che questo importante architetto produsse in città nel corso del '400, questo è praticamente l'unico ad essere arrivato intatto ai giorni nostri.

Si ricordano tra i suoi lavori anche il completamento di una parte del campanile della cattedrale, l'allargamento di Palazzo Schifanoia, il nuovo Cortile del Palazzo, la cappella interna e per concludere il Giardino della Fontana.

Dal centro di Piazza Municipio si possono riconoscere i ricchi appartamenti degli Estensi grazie al marmo bianco che arricchisce le loro finestre.
All’interno del palazzo si trova inoltre la sala dell'Arengo, affrescata da Achille Funi (1934-1937) con un ciclo dedicato alla città di Ferrara.

Uno degli spazi più particolari del Palazzo Ducale è certamente il cosiddetto “Camerino delle Duchesse”, una piccola stanza creata per le duchesse Eleonora e Lucrezia d'Este, dalle pareti ricoperte con pannelli in legno dorato dipinti da Sebastiano e Camillo Filippi (1565).

Si affaccia sul grande spazio centrale anche un teatro, che oggi occupa quella che una volta era la grande Sala Estense, prima cappella di corte dove, in occasione dei decessi, venivano esposti i corpi degli appartenenti alla casata ducale.

Tornando all’esterno, altri due accessi rendono possibile l'ingresso al cortile centrale ovvero il Volto della Colombina, verso via Garibaldi, e Volto del Cavalletto, in direzione di Via Cortevecchia.

Piazza Municipio è ancora oggi sede di manifestazioni, concerti, conferenze, presentazioni di libri e anche delle prove per il Palio della città che si svolge ogni anno l'ultima domenica di maggio nella vicina Piazza Ariostea.

Il Palazzo Ducale che possiamo apprezzare oggi è in realtà un rifacimento trecentesco del 1924. Accanto alla struttura del palazzo si eleva quella della cosiddetta Torre della Vittoria, costruita in quegli stessi anni, che conserva alla sua base un sacrario dedicato ai caduti di tutte le guerre con una scultura in bronzo di Arrigo Minerbi del 1918.