+39 347 001 7996Lun - Dom 9.00 / 18.00

Mausoleo di Teodorico

Edificio storico, Ravenna

Mausoleo di Teodorico: Informazioni sull'attrazione

Appena fuori dal centro storico di Ravenna, il Mausoleo di Teodorico fa parte degli 8 monumenti paleocristiani della città dichiarati patrimonio dell’UNESCO. Fra questi è l’unico a non presentare decorazioni a mosaico e ad essere costruito interamente in pietra.

Il suo fascino dipende in buona parte proprio dal materiale con cui è stato edificato, la chiara e luminosa pietra d’Istria, e dalla sua forma. Il mausoleo infatti si compone di due corpi sovrapposti: una base a pianta decagonale e un ambiente circolare sovrastante, che gli conferiscono un aspetto molto particolare e unico nel panorama architettonico ravennate.

Il vero mistero del Mausoleo di Teodorico rimane però il blocco monolitico che copre la struttura, una cupola che le stime degli esperti ci dicono pesare ben 230 tonnellate, decorata dai nomi di otto apostoli e quattro evangelisti scolpiti all’interno di 12 anse.

Come sia giunto in cima all’edificio non è ancora chiaro, ma secondo alcune ipotesi potrebbe essere stato issato a poco a poco durante i lavori di costruzione; altri ritengono invece che sia stato trasportato su un’imbarcazione giunta fino al mausoleo in seguito alla creazione di un bacino artificiale.

Gli interni

Re degli Ostrogoti, all’epoca sovrani a Ravenna, Teodorico fece costruire il mausoleo nel 520 d.C. per accogliere le proprie spoglie. Il luogo destinato alla sepoltura viene identificato comunemente con l’ambiente ricavato nel piano superiore, a cui si accede tramite una scala esterna.

Entrando si nota subito una vasca in porfido che probabilmente accolse il corpo di Teodorico fino a quando nel 561 d.C. l’edificio venne trasformato in oratorio di fede ortodossa, per volere dell’imperatore bizantino Giustiniano.